Pubblicato in: Religione Cattolica

Morto Luigi Cascioli, lo studioso che negava l'esistenza di Gesù

di adriana 16 marzo 2010

Luigi Cascioli

E’ scomparso ieri nella sua casa di Roccalvecce (VT) Luigi Cascioli, ateo convinto, studioso autodidatta ed erudito storico specializzato nel primo periodo cristiano. Cascioli ha avuto una certa notorietà sui mezzi di comunicazione dopo aver sfidato apertamente la Chiesa Cattolica, cosa che in pochi hanno mai avuto il coraggio di fare. Nel suo libro più famoso La Favola di Cristo, Luigi Cascioli mette in discussione l’esistenza di Gesù. Il libro, autoprodotto, è il risultato di accurate ricerche svolte sulla nascita di Gesù e le origini del Cristianesimo. Secondo queste indagini la figura di Gesù non sarebbe altro che una costruzione inventata e fittizia compiutasi nella metà del II secolo. Secondo la tesi portata avanti dal libro, la figura di Gesù sarebbe ispirata a quella di Giovanni di Gamala, un membro del gruppo ebraico estremista degli Zeloti vicino agli Esseni.

Su Wikipedia nella pagina dedicata a Luigi Cascioli vengono riportati alcuni dei punti fondamentali della sua teoria:

  • molte delle più famose vicende bibliche sarebbero riconducibili ad altrettante leggende presenti nelle principali religioni dell’epoca. Non fa eccezione quella di Mitra, logos nella religione avestica, tanto quanto Gesù in quella cristiana;
  • la descrizione (peraltro molto scarna) di Nazaret presente nei Vangeli non corrisponderebbe all’attuale città di Nazaret, bensì a Gamala nella regione del Golan. Dai Vangeli egli ricava infatti che Nazaret è situata in cima a un monte e nei pressi del Lago di Tiberiade, quando invece l’attuale Nazaret è sita in collina e dista quaranta chilometri dal lago. Il termine “Nazareno“, con cui Gesù viene chiamato in alcuni passi dei Vangeli, sarebbe stato distorto dagli evangelisti in un inesistente riferimento a Nazaret, mentre il significato reale sarebbe quello di “Nazoreo“, cioè “Nazir”, membro iniziato dalla comunità essena in preparazione di una rivolta ebraica contro l’Impero Romano. Lo stesso appellativo Gesù, non sarebbe stato nome proprio all’epoca della Palestina evangelica;
  • il personaggio di Giovanni di Gamala presenterebbe notevoli analogie con quello di Gesù: Cascioli afferma che egli era figlio di Giuda il Galileo (personaggio storico citato da Giuseppe Flavio, fondatore del movimento ribellistico zelota, ucciso durante una sua rivolta antiromana) e che aveva tre fratelli chiamati Giacomo, Simone e Kefas (ossia Pietro), come i principali apostoli (nei vangeli si parla esplicitamente dei fratelli di Gesù, ma molti studiosi sottolineano che nella tradizione ebraica il termine fratelli può anche indicare genericamente dei consanguinei).[4][5] Il presunto Giovanni di Gamala formò con essi una banda armata in rivolta contro l’occupazione romana, ma fu catturato nell’orto del Getsemani e crocifisso;
  • gli apostoli sarebbero stati in realtà dei guerriglieri, accoliti del movimento zelota e chiamati banda dei Boanerghes: ad esempio Giuda Iscariota deriverebbe il suo appellativo da sicario, mentre Simone zelota denuncerebbe l’appartenenza alla setta zelota.

Basandosi sulla teoria sostenuta nel libro La Favola di Cristo Luigi Cascioli ha anche denunciato la Chiesa Cattolica, nella persona di Don Enrico Righi, parroco rettore della ex Diocesi di Bagnoregio per abuso della credulità popolare (Art. 661 C.P.) e per sostituzione di persona (Art. 494 C.P.). La querela è stata depositata al Tribunale di Viterbo l’11 settembre 2002. Sul suo sito www.luigicascioli.eu sono riportate tutte le fasi del processo.

Luigi Cascioli ha scritto anche “La morte di Cristo” e “La statua nel viale“, dei quali sono stati stampati versioni in diverse lingue, ed attualmente stava lavorando ad un nuovo libro su Fatima.

Nonostante aver avuto una certa eco ed essere stato intervistato anche dalla BBC, Luigi Cascioli è sempre stato ignorato e forse osteggiato dai maggiori mezzi di informazione italiani. Ma lui non si è mai arreso e ha sempre portato avanti con coraggio e determinazione la sua denuncia contro la Chiesa Cattolica.

Sullo stesso argomento potresti leggere:

5 risposte a “Morto Luigi Cascioli, lo studioso che negava l'esistenza di Gesù”

  1. nash scrive:

    Gesu ha avuto fratelli e sorelle ? Molti catolici dicono di no, solo perché non leggono attentamente la Sacra Bibbia, basta essere un novice nella lettura elementaria per identificare la fregature rispeto alla perpetua virginita, è evidente che Maria ha partorito almeno 6 bambini nel suo vivo:

    – Gesu ha avuto un « Fratello » chiamato Giacomo. (Marco 6:2-3; Marco 15:40; Marco 16:1)

    – San Paolo lo conferma nella lettera ai Galati (Galati 1:19). Nel caso in cui il senso della parola « Fratello » si riferisce a « Apostolo » o « Fratello in Cristo », San Paolo lo avrebbe semplicemente precisato, dicendo invece: Giacomo, il nostro Fratello !

    – In Giovanni 7:3 e Atti 1:13-14, si fa une perfetta distinzione tra « frattelli » e « apostoli », non c’è quindi piu bisogno di attribuire un’altra significazione alla parola « Fratello », perché fratello qui significa « frattelo con il sangue »

    – E non si tratta del altro Giacomo, apostolo di Gesu, siccome lui è stato assassinato nel episodio degli atti (Atti 12:2), molto prima che San Paolo ne veda Giacomo il fratello di Gesu

    – Giuseppe, il marito di Maria, non ha avuto rapporti sessuali con lei prima della nascita di Gesu, Matteo non ci precisa la condizione ulteriore del loro matrimonio! (Matteo 1:25).

    – Infine, Gesu è il primo natto della sua famiglia al quanto lo dice Luca (Luca 2:7).

    Prenda piuttosto il tempo per eggere ed esaminare attentamente questi versi e tutte le lettere di San Paolo (se ti fosse possibile, tutta la Bibbia), vedra una evidente verita : Maria Vergine pregata dalla chiesa cattolica non è la madre di Gesu ! E anché se lo fosse, DIO a vietato di preghare ai morti (Deuteronomio 18:10-11)

    Sembro stupido, lo so ! Ma lo so anché che il vero amore sta nella verita, quindi se non proclamo la verite a tutti, non sono degno di essere figlio di DIO.

    Che Dio ti benedisca e ti guida nella verita !

    NB : Scusami per il moi italiano brutto, la mia madrelingua è l’inglese !!!

  2. francesco scrive:

    La persona di gesù come personaggio storico non può essere messa in discussione. Ci sono troppe testimonianze al riguardo. Che fosse veramente quello che si professava è un’altro paio di maniche.

  3. Arien scrive:

    La fede è un dono e non si può imporre, c’è chi la cerca per tutta la vita senza trovarla. Questo signore, però, ha addirittura dedicato la propria vita a cercare prove per negare non tanto la figura di Gesù e il suo significato, ma anche la sua stessa esistenza, alla quale ormai credono pure gli atei!
    Se nella sua immensa e Divina Misericordia Gesù avrà comunque accolto questa povera anima smarrita, il signore in questione avrà ricevuto una grande sorpresa dopo il suo trapasso!

  4. Milena scrive:

    Che il signore che e’ buono, lo accolga, padre perdona lui che on sa’ quello che fa’.

  5. Cesar scrive:

    La morte di Luigi Cascioli, mi ha colto di sopresa, mi serbma una cosa impossibile. C’e8 molta commozione in me, un brivido di emozione intensa mi ha attraversato tutto il corpo.I migliori se ne vanno sempre troppo presto, quando invece essi dovrebbero vivere al massimo delle possibilite0 del tempo che la natura concede a noi mortali.Caro Luigi, qualche giorno fa, rispondendo al mio desiderio di venirti a trovare a giugno, mi hai scritto: “Caro Angelo,ti ricordo con affetto. Ti aspetto e sarf2 ben felice di riceverti a casa. Ciao. Luigi.”Caro Maestro, caro vecchio Saggio, ora non sare0 pif9 possibile incontrarti, parlarti, darti un ultimo abbraccio, ma io ti porterf2 sempre vivo nel mio cuore con le tue stesse parole: “..ti aspetto..”Ciao, Luigi, grazie per quello che ci hai dato e insegnato. Angelo Cassanelli